Vini del Trentino

Vini dolci

La “dolcezza” è una componente importante dell’enologia trentina. Basta citare “Vino Santo” per evocare immediatamente uno dei vini passiti storici del nostro Paese. Un vino dolce frutto di un binomio straordinario: la varietà Nosiola e la Valle dei Laghi dove l’Ora, il vento del Garda, consente una maturazione e una salubrità delle uve ideale per produrre un passito di alto pregio.

E sempre nell’ambito dei vini dolci del Trentino non si può dimenticare il grande Moscato Giallo che in Trentino ha trovato la sua collocazione ideale per dar luce a vini capaci di abbinare una “dolcezza” del tutto particolare, unica, in grado di garantire (cosa rara in questa categoria di vini) grande bevibilità ma anche straordinarie opportunità di abbinamento.

Questa varietà ha trovato nella sottozona di Castel Beseno (quest’area è costituita da circa 20 ettari di territorio a vigneto che si estende dalla “chiusa” dei Murazzi a nord fino a Castel Pietra a sud, sul confine del comune di Volano, ad un’altitudine tra i 175 e i 550 metri s.l.m) l’habitat ideale per la produzione di un Moscato Giallo di altissimo pregio. Si tratta, infatti, di una zona particolarmente vocata per la produzione di Moscato giallo, il cui vino si segnala per una particolare piacevolezza, frutto di un'armonia fra acidità e dolcezza esaltata dall'aromaticità dell'uva e da un leggero appassimento.

Vini dolci

Produttori

I soci del consorzio che producono Vini dolci: