CONSORZIO VINI DEL TRENTINO SPONSOR DEL CONCORSO “MIGLIOR ENOTECARIO D’ITALIA 2023”

concorso miglior enotecario 2023

IL CONSORZIO VINI DEL TRENTINO SPONSOR DEL CONCORSO
"MIGLIOR ENOTECARIO D’ITALIA 2023"

Dopo il grande riscontro registrato dalla prima edizione torna il concorso “Miglior Enotecario d’Italia”.

Il Consorzio Vini del Trentino conferma anche per il 2023 la partnership con il concorso “Miglior Enotecario d’Italia 2023”, con l’obiettivo di dare un vero e proprio palcoscenico agli enotecari italiani, categoria ambasciatrice del mondo del vino e dei prodotti alcolici in generale. Il contest, ideato nel 2021 dall’AEPI, l’Associazione Enotecari Professionisti Italiani gode del Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf) ed è realizzato con la collaborazione di Vinarius Associazione Enoteche Italiane.

È la prima iniziativa che a livello nazionale accende la competizione all’interno della categoria rendendo merito all’eccellenza e alla professionalità dell’enotecario. Una figura che negli anni è evoluta nelle mansioni e nelle responsabilità acquisendo un ruolo sempre più importante all’interno del negozio e della sala e diventando un punto di riferimento assoluto per il cliente finale.

“Conoscenza del prodotto che si estende alla capacità di proporlo e alla sensibilità nell’abbinarlo, ma anche predisposizione all’ascolto, attitudine al dialogo, creatività ed inventiva nel mantenere il rapporto diretto sia con il consumatore sia con l’azienda produttrice: un bravo enotecario deve essere in grado di fare, e sapere, molte cose. Solo così può adempiere a quel suo ruolo di ambasciatore del vino e
della bevanda alcolica in generale a cui il Concorso fa riferimento” ha spiegato Francesco Bonfio, Presidente AEPI, nel corso della conferenza stampa di presentazione svoltasi questa mattina nella Sala Cavour del Mipaaf. “L’enotecario è una figura che necessita di una nuova e più consapevole attenzione mediatica e merita un riconoscimento per il ruolo che riveste nella filiera del vino e dell’agroalimentare” ha ricordato.

concorso miglior enotecario d'italia

Come funziona il Concorso “Miglior Enotecario d’Italia”

Il contest è aperto sia agli enotecari operanti nelle bottiglierie, dove viene proposta la vendita per asporto, sia ai professionisti che lavorano all’interno di mescite (winebar) dove è previsto il servizio. A ciascuna tipologia corrisponde una sezione iscrizione a cui possono accedere titolari, consulenti, collaboratori e liberi professionisti. Conditio sine qua non è che ciascun aspirante sia operativo al momento dell’iscrizione.
Due i premi speciali in gara:

  • il Miglior Enotecario d’Italia UNDER30 con cui il progetto desidera stimolare e gratificare i giovani che hanno scelto di intraprendere la professione
  • il Miglior Enotecario d’Italia all’Estero con cui si vuole rendere omaggio all’Italiano che per vari motivi esercita al di fuori della Nazione.

 

Le iscrizioni sono aperte e si chiuderanno nel mese di febbraio per poi dare vita al primo processo di selezione, a carico della giuria, e alle due prove tecniche che sarà necessario superare per decretare i finalisti.
Ciascuna prova sarà giudicata da una giuria di esperti presieduta anche quest’anno da Stefano Caffarri, comunicatore e importante riferimento dell’intero settore enogastronomico italiano.

La vendemmia 2022 in Trentino supera la siccità e regala uve sane e di ottima qualità

vendemmia in Trentino piana Rotaliana (teroldego)©2021 ph romano magrone

La vendemmia 2022 in Trentino supera la siccità e regala uve sane e di ottima qualità

La vendemmia 2022, conclusasi a fine settembre, è stata complessivamente buona per i Vini del Trentino con una produzione superiore alla media storica (indicativamente si assesta tra un +5% ed un +10% rispetto alla media storica).

Questo risultato è il frutto di un anno soddisfacente, nonostante il meteo si sia rivelato particolarmente siccitoso.

“Quest’anno la vendemmia è stata anticipata in Trentino come nel resto dell’Italia, da dopo Ferragosto a fine settembre, perché è arrivata al termine di un’annata agraria con scarse precipitazioni e di conseguenza pochi problemi di sanità” spiega Pietro Patton, presidente del Consorzio Vini del Trentino.

“Siamo soddisfatti specialmente per i vini rossi, che hanno giovato del caldo estivo e delle piogge settembrine ad inizio del mese. Anche le basi spumante si sono dimostrate di ottima qualità e l’accelerazione della vendemmia ha consentito di mantenere bene l’acidità” continua Pietro Patton.

Alcuni esponenti del territorio raccontano che la preoccupazione per l’evoluzione della stagione e della vendemmia era tanta, specialmente per l’incertezza metereologica.

“Siamo partiti in apprensione per il caldo estivo e pensavamo di avere uva troppo matura” racconta Marco Tonini, presidente della Casa Del Vino d’Isera. “Invece i temporali di inizio settembre hanno rinfrescato l’aria e possiamo essere felici di questa annata complessivamente buona sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.

È stata premiata la quota per le varietà bianche, mentre per le rosse è un’annata incredibile per livelli di maturazione, gradazione e sapore”.

“Avevamo grande preoccupazione per questa vendemmia anticipata. Siamo partiti con lo Chardonnay base spumante con una produzione un po’ più bassa della media, ma con le successive varietà abbiamo riscontrato un aumento medio di quantità del 6-10% rispetto allo scorso anno.

Il decorso metereologico favorevole ci ha permesso di gestire le varie zone e maturazioni fino alla fine di settembre” dice Goffredo Pasolli, presidente Assoenologi, sezione Trentino.

“In Trentino quasi tutte le zone sono irrigate dunque siamo riusciti a gestire la siccità in modo ottimale. Abbiamo affrontato una vendemmia, seppur anticipata, di qualità, che ci ha anche permesso di attendere i giusti tempi di maturazione” spiega Luca Rigotti, Coordinatore del Settore vitivinicolo dell’Alleanza cooperative Agroalimentari.

Sul fronte grappa, Alessandro Marzadro, vicepresidente Istituto Tutela grappa del Trentino, parla di un’annata “che ci ha regalato uve e dunque vinacce di buona qualità. Dal punto di vista dell’evoluzione delle vinacce possiamo dire che a causa della scarsa acidità, la grappa potrebbe risentirne perdendo qualche profumo. Dobbiamo inoltre considerare il tema energetico: per cui penso che quest’annata sarà leggermente più scarsa in termini di quantità di grappa, perché le distillerie potrebbero scegliere di produrre un po’ meno a favore del risparmio energetico”.

Gli enotecari di Vinarius tornano alla scoperta del vino e della grappa del Trentino

Vallagarina

Gli enotecari di Vinarius tornano alla scoperta del vino e della grappa del Trentino

Dal 16 al 18 ottobre il Consorzio Vini del Trentino torna ad ospitare un gruppo di enotecari in collaborazione con Vinarius, Associazione Enoteche Italiane.

Gli enotecari appartenenti all’esclusivo circolo verranno alla scoperta delle meraviglie del nostro territorio.

Il programma prevede numerose attività per consentire agli ospiti di sperimentare le proposte del territorio trentino: non solo vino, ma anche grappa e formaggi.

Il primo giorno a Palazzo Roccabruna, dimora nobiliare della seconda metà del Cinquecento nel centro storico di Trento, gli enotecari scopriranno la Nosiola e il Vino Santo, prodotti di pregio della Valle dei Laghi.

Il secondo giorno il viaggio enoico toccherà la Vallagarina dove il rosso predomina con due tipologie dal carattere intendo e stuzzicante: il Marzemino e l’Enantio. Il pomeriggio del secondo giorno, gli enotecari visiteranno la Distilleria Marzadro per entrare nel mondo della grappa e si intratterranno a cena con i distillatori trentini.

Infine il terzo giorno, sempre a Palazzo Roccabruna, sarà il momento di una degustazione guidata di formaggi a cura di un esperto ONAF del Caseificio di Predazzo e Moena in collaborazione con la Strada dei Formaggi delle Dolomiti.

Dieci enotecari di Vinarius alla scoperta del vino e della grappa trentina

vinarius-consorzio-vini-del-trentino

Dieci enotecari di Vinarius alla scoperta del vino e della grappa trentina

Dal 3 al 5 luglio il Consorzio Vini del Trentino ha ospitato il primo focus dello Stage Vinarius, che si è svolto proprio in Trentino. In collaborazione con Vinarius, Associazione Enoteche Italiane, abbiamo ospitato infatti dieci enotecari appartenenti all’esclusivo circolo che sono venuti alla scoperta delle meraviglie del nostro territorio.

 

In particolar modo gli enotecari hanno potuto prendere parte alla Rassegna Internazionale Müller Thurgau che si è svolta in Val di Cembra, con la degustazione di circa 90 vini presso Palazzo Maffei.

Il Müller Thurgau, un vitigno “montanaro”, nasce da un incrocio ideato nel 1882 da Herman Müller (abitante di Thurgau) che vede la combinazione di due vitigni: il Riesling renano e il Madeleine Royale.

La Val di Cembra ospita inoltre il vigneto più alto del Trentino a 872 metri sul livello del mare. Il territorio è contraddistinto dai caratteristici terrazzamenti vitati che ne disegnano la Valle. Quest’ultima è una di quelle aree in cui la viticoltura è definita “eroica” in quanto le lavorazioni dei vigneti disposte su ripidi versanti (pendenze anche superiori al 40%) sono necessariamente svolte manualmente, con una cura e un lavoro dell’uomo molto superiori a quelli posti nei vigneti di fondovalle.

Il tour è proseguito il giorno successivo con una degustazione di Teroldego presso Palazzo Roccabruna, dimora nobiliare della seconda metà del Cinquecento che sorge nel centro storico della città di Trento. Restaurato e portato a nuovo splendore dalla Camera di Commercio di Trento il Palazzo è sede dell’Enoteca provinciale del Trentino, luogo dedicato ad eventi enogastronomici e culturali destinati alla valorizzazione del territorio, della sua storia e dei suoi prodotti. Gli enotecari sono anche stati ospiti della Locanda Margon, con visita del vigneto e pranzo presso il ristorante. Il pomeriggio è proseguito con la visita e degustazione alla Distilleria Pilzer di Faver. La cena è stata in presenza dei distillatori trentini presso il ristorante El Casel dei Masi.

Terza e ultima tappa del tour è stata l’incontro in vigneto con il responsabile agronomico della Cantina La-Vis e Valle di Cembra ed il pranzo con l’enologo della Cantina La-Vis e Valle di Cembra, Stefano Rossi, presso Maso Franch.

Il Consorzio Vini del Trentino presenta il Bilancio di soste-nibilità

Un primato frutto di unità e sinergia: il Consorzio Vini del Trentino presenta il Bilancio di sostenibilità

Un risultato storico che parte da lontano: un percorso in grado di rappresentare un unicum a livello nazionale e di coinvolgere tutti i players della filiera vitivinicola trentina.

Nell’affascinante e simbolico scenario del Museo delle Scienze (MUSE) di Trento, il Consorzio di Tutela Vini del Trentino, ha presentato il primo Bilancio di Sostenibilità 2021.

Un evento di notevole importanza che si configura come una tappa centrale nel percorso di sviluppo sostenibile del Consorzio e che sancisce un primato storico: si tratta del primo Bilancio di Sostenibilità realizzato da un Consorzio di Tutela nel settore vitivinicolo.

Un risultato frutto di un lavoro di squadra e di un cammino lungo e complesso che ha coinvolto 91 aziende socie, 15 cantine cooperative, più di 6.000 viticoltori, molteplici stakeholder del territorio.

“La nostra produzione è legata alla viticoltura di montagna, il 15% è situata sopra i 500 metri s.l.m, questa è una nostra prerogativa e unicità. Avere un’identità forte, riconosciuta prima di tutto da ogni produttore, significa costruire le basi per una promozione efficace e credibile” ha fatto emergere Graziano Molon (Direttore del Consorzio di Tutela Vini del Trentino) durante la presentazione.

Il Bilancio di sostenibilità è uno strumento potente, non solo analitico ma anche comunicativo è un progetto che ha nel cuore la tutela delle denominazioni, 5 DOC e 2 IGT.

 

Visita la pagina del Bilancio di Sostenibilità e richiedine una copia in pdf

I vini del Trentino in degustazione per le migliori guide italiane

vini del Trentino per guide enologiche© ph romano magrone

I vini del Trentino in degustazione per le migliori guide italiane

3000 assaggi in due mesi per presentare i vini alla critica enologica presso Palazzo Trautmannsdorf a Trento.

C’è un momento nella vita di chi fa il vino in cui si raccolgono i pareri degli esperti e – perché no – anche premi e riconoscimenti.

Questo momento molto delicato avviene quando si presentano i vini ai degustatori delle Guide enologiche, preziosi strumenti nella promozione dei prodotti e dei territori.

Il Consorzio Vini del Trentino è pronto a raccogliere tutti i campioni dei vini delle aziende socie per sottoporli alle migliori guide italiane.

Nei prossimi due mesi si terranno circa 3000 assaggi da parte dei degustatori mandati da Gambero Rosso, Slowine, Doctorwine, TCI Ed. “I ViniBuoni d’Italia”, Winesurf, Sparkle e Prosit – ONAV.

Le degustazioni si svolgeranno direttamente a Palazzo Trautmannsdorf nelle sale del Consorzio Vini.

Il Consorzio Vini del Trentino lancia la collaborazione con Radio NBC

vino e musica ocn nbc

Il Consorzio Vini del Trentino lancia la collaborazione con Radio NBC per una rubrica di interviste ed una compilation a fine 2022

Il mondo del vino dialoga sempre di più con la musica

Il Consorzio Vini del Trentino investe sulla comunicazione radiofonica, credendo in un nuovo canale di comunicazione che è esploso durante il periodo pandemico: il podcast.

 

In partnership con la rete radiofonica regionale Radio NBC – La Radio delle Alpi, il Consorzio ha scelto di dare voce agli ospiti che mano mano visiteranno il territorio come ospiti delle aziende del Consorzio trentino.

Durante l’anno verranno fatte delle interviste agli ospiti che saranno sul territorio (circa una trentina) i quali parleranno dell’esperienza del vino trentino, identificata con l’hashtag #trentinowinexperience, e dovranno scegliere una canzone da abbinare al loro viaggio.

Tra gli ospiti influencer e giornalisti o opinion leader nel mondo del vino, alla scoperta delle bellezze viti-enologiche del Trentino.

A fine anno, tutte le canzoni verranno raccolte e messe su cd e su Spotify e verrà creata la prima compilation “VINI DEL TRENTINO”.

 

“Il Consorzio Vini del Trentino crede nei nuovi linguaggi delle comunicazione e nel profondo dialogo che si può instaurare tra un bicchiere di buon vino e la musica, che evoca emozioni, persone, luoghi e stati d’animo” dichiara Graziano Molon, direttore del Consorzio Vini del Trentino.

“Lanciamo oggi questa collaborazione con una rete radiofonica regionale come Radio NBC che ci aiuterà a raccontare meglio le bellezze del nostro territorio e dei suoi vini. Parleremo di vino, di musica, ma prima di tutto di esperienze. Racconteremo il meglio che il Trentino può offrire a suon di musica”.

 

“Con questa nuova rubrica Trentino Wine Experience, radio NBC arricchisce il proprio palinsesto di un appuntamento dinamico e vivace per far conoscere attraverso simpatiche interviste il nostro territorio ed i pregiati vini che produce. Grazie a queste puntate gli ascoltatori riceveranno interessanti spunti per scoprire luoghi, vini e prodotti tipici del Trentino” spiegano gli speaker di Radio NBC.

“Naturalmente non mancherà la musica, scelta di volta in volta dagli influencer, blogger e wine lovers protagonisti delle nostre rubriche”.

La rubrica andrà in onda su tutta la rete Trentino Alto Adige, territorio austriaco, nord veronese, Belluno, Cortina e su www.radionbc.it.

ProWein 2022: il ritorno dopo due anni di stop

PROWEIN 2022 Consorzio vini del Trentino

PROWEIN 2022: IL RITORNO DOPO DUE ANNI DI STOP

Alla kermesse tedesca il Consorzio Vini del Trentino porta la selezione di vini trentini con uno stand dallo stile rinnovato

Il Consorzio Vini del Trentino sarà presente al prossimo ProWein, che si terrà a Düsseldorf dal 15 al 17 maggio 2022, con uno stand dallo stile rinnovato (Halle 15/E51) al cui interno sarà presente un’ampia selezione dei migliori vini delle Denominazioni trentine.

L’area dedicata al Trentino, che ospiterà anche il Consorzio con 15 aziende, avrà quest’anno una nuova veste, curata dallo studio Monica Armani, grazie a un progetto sostenuto da Trentino Marketing in collaborazione con il Consorzio Vini del Trentino.

“Siamo felici di poter tornare alla fiera di Düsseldorf dopo due anni di stop. Per noi il mercato tedesco costituisce uno degli sbocchi naturali delle nostre Denominazioni racchiuse nel marchio Vini del Trentino. ProWein è una fiera indispensabile per aprire gli orizzonti sui mercati internazionali” spiega Graziano Molon, direttore del Consorzio Vini del Trentino.

Vinitaly 2022: il Consorzio Vini del Trentino investe sulla sostenibilità

consorzio copertine news(1)

VINITALY 2022: IL CONSORZIO VINI DEL TRENTINO INVESTE SULLA SOSTENIBILITÀ

Lo stand del Consorzio Vini Trentino ospiterà oltre 60 aziende nei 1600 metri quadri di stand.

Sarà un ritorno in grande stile quello del Consorzio Vini del Trentino in questo Vinitaly 2022. Sono stati confermati 61 produttori per 1600 metri quadrati di spazio espositivo (Padiglione 3): un record assoluto di presenze per il Consorzio Vini del Trentino a Vinitaly.

Quest’anno sarà l’anno della sostenibilità per il Consorzio con sede a Trento, infatti Vinitaly sarà la prima di una serie di occasioni ufficiali in cui presentare al pubblico le linee guida che sono state intraprese per arrivare alla realizzazione del primo bilancio di sostenibilità realizzato da un Consorzio di Tutela vini italiano

 

Protagonista della kermesse veronese, oltre ai vini delle aziende consorziate, sarà la Tavola Rotonda dal titolo Consorzio Vini del Trentino, un cammino nella sostenibilità che avrà luogo lunedì 11 aprile alle 16.30 presso la sala Puccini (Centro Congressi Palaexpo, Arena pad. 6/7 – Veronafiere).

Alla Tavola Rotonda prenderanno parte oltre a Pietro Patton e Graziano Molon, rispettivamente presidente e direttore del Consorzio Vini del Trentino, anche Luca Rigotti, coordinatore nazionale del settore vino di FedAgriPesca-Confcooperative, Giulio Somma, direttore del Corriere Vinicolo e Luca Castagnetti, direttore di Management Divino. Modererà Fabio Piccoli, direttore responsabile di Wine Meridian.

 

L’ubicazione del Consorzio e del Trentino sarà, come ogni anno, al Padiglione 3.

Oltre agli stand dei produttori, lo spazio ospiterà altre realtà di riferimento del settore vitivinicolo e promozionale del territorio:

  • Fondazione Edmund Mach – F3/F4
  • Istituto Trentodoc – E1/F2
  • Istituto Tutela Grappa del Trentino – D1
  • Enoteca Provinciale del Trentino – Palazzo Roccabruna – C5
  • Trentino Marketing – E1/F2
  • Strada del Vino e dei Sapori del Trentino – E1/F2
  • Consorzio Turistico Piana Rotaliana Königsberg – E1/F2
AZIENDAPadStand
AGRARIA RIVA DEL GARDA S.C.A.3E2
ALTEMASI3B3
AZ. AGR. BRUGNARA  DI BRUGNARA ALESSANDRO3D3
AZ. VINICOLA F.LLI DORIGATI SNC3E4
AZIENDA AGRICOLA BELLAVEDER DI LUCHETTA TRANQUILLO3B1
AZIENDA AGRICOLA DALLONA MARCO3D3
AZIENDA AGRICOLA DONATI MARCO3E3
AZIENDA AGRICOLA MOSER FRANCESCO3E2
AZIENDA AGRICOLA PRAVIS3E4
AZIENDA AGRICOLA SIMONCELLI ARMANDO3E3
AZIENDA AGRICOLA ZENI R. S.S. DI ANDREA E ROBERTO ZENI3E4
AZIENDA VINICOLA DEL REVI’ DI MALER STEFANO E C. SAS3B1
BORGO VECCHIO DISTILLERIA S.A.S. DI CAVALIN VALERIO & C.3A3
CANTINA ALDENO SOC. COOP. AGR.3A1
CANTINA D’ISERA  SCA3D4
CANTINA LA-VIS E VALLE DI CEMBRA3C4-D4
CANTINA MADONNA DELLE VITTORIE S.S.3C2
CANTINA ROTALIANA DI MEZZOLOMBARDO SCA3D3
CANTINA ROVERE’ DELLA LUNA AICHHOLZ S.C.A.3E2
CANTINA SOCIALE DI TRENTO SOCIETA’ COOPERATIVA AGRICOLA3B4-E2
CANTINA SOCIALE MORI COLLI ZUGNA  SCA3E4
CANTINA TOBLINO S.C.A.3B4
CANTINE MONFORT SRL3B1
CAVIT S.C.3B3
CCIAA DI TRENTO3C5
CESARINI SFORZA SPUMANTI3C4-D4
CONSORZIO TURISTICO PIANA ROTALIANA KöNIGSBERG3E1/F2
CONSORZIO VINI DEL TRENTINO3C5
CORVEE SRL3F5
DISTILLERIA F.LLI PISONI SRL3E3
DISTILLERIA G. BERTAGNOLLI  SRL3C1
DISTILLERIA MARZADRO SPA3D2
DISTILLERIA PAOLAZZI VITTORIO3D3
DISTILLERIA PILZER SRL3A2
ENDRIZZI S.R.L.3E5
FERRARI F.LLI LUNELLI S.P.A.3C3
FONDAZIONE EDMUND MACH3F3/F4
GAIERHOF SRL3C2
ISTITUTO TRENTODOC3E1/F2
ISTITUTO TUTELA GRAPPA DEL TRENTINO3D1
LETRARI SAS DI LETRARI LEONELLO E ASTE M.V.3E4
LEVIDE S.R.L.3F4
MAS DEI CHINI3E3
MASO CANTANGHEL DI SIMONI FEDERICO S.A.S società agricola3B1
MASO POLI3C2
MASO SALENGO3F3/F4
MEZZACORONA3B2
NOSIO SPA3B2
OPERA VITIVINICOLA IN VALDICEMBRA3F5
ORION MARKETING AND BRANDS SRL3B5
PALAZZO ROCCABRUNA – ENOTECA PROVINCIALE DEL TRENTINO3C5
PEDROTTI SPUMANTI S.A.S. DI PEDROTTI PAOLO & C.3D1
POJER E SANDRI DI SANDRI FIORENTINO & C. SOCIETA’ AGRICOLA SEMPLICE3E3
ROTARI3B2
SAN ROCCO SRL3D3
STRADA DEL VINO E DEI SAPORI DEL TRENTINO3E1/F2
TENUTE LUNELLI3C3
V.I.A.S. VINI ITALIANI ED ALIMENTI SELEZIONATI S.R.L.3C2
VILLA CORNIOLE SOC. AGRICOLA SRL3E2
VINI SPAGNOLLI3F3/F4
VIVALLIS SCA3B1
AGRICOLA LE FONTANELLE DI PASINI CESARINO & RITA8F8/F9
AZ. AGR. MOSER MARCELLO E FIGLI S..A.S8F8/F9
AZ.AGR. TENUTA MASO CORNO DI GIULIO LARCHER8F8/F9
AZIENDA AGR. BALTER SNC DI NICOLA BALTER8F8/F9
AZIENDA AGR. LONGARIVA DI MANICA MARCO8F8/F9
AZIENDA AGRICOLA F.LLI GIORGIO E FEDERICO PDF2
AZIENDA AGRICOLA F.LLI PISONI 8F8/F9
AZIENDA AGRICOLA FORADORI SOCIETA SEMPLICEF1-49
AZIENDA AGRICOLA SALVETTA SOCIETA’ SEMPLICEF1-49
BONGIOVANNI LORENZO8F8/F9
CANTINA  VINI ARMANI A. TERRE DOMINICI SRL A SOCIO UNICO5A6
CANTINA TOBLINO S.C.A.7B4-C5
CESCONI SOCIETA’ AGRICOLA SEMPLICE8F8/F9
DE TARCZAL AZ. AGRICOLA8F8/F9
DE VESCOVI ULZBACH8F8/F9
DE VIGILI8F8/F9
FRANCESCO POLI8F8/F9
GRIGOLLI BRUNO SSA8F8/F9
KLINGER DI PILATI UMBERTO8F8/F9
Maxentia di Poli Enzo8F8/F9
NICOLODI ALFIO AZIENDA VINICOLADF2
POJER E SANDRI DI SANDRI FIORENTINO & C. SOCIETA’ AGRICOLA SEMPLICE8F8-F9
PROVINCO ITALIA SPA/AG5E4
RESISTENTI NICOLA BIASI 9C7
VIGNAIOLO FANTI8F8/F9
VILLA PERSANI8F8/F9
ZANOTELLI ELIO E F.LLI SOC. AGRICOLA8F8/F9

DIVINOSIOLA, L’EVENTO CHE CELEBRA IL VINO SANTO TRENTINO DOC DEL GARDA TRENTINO

VINO SANTO TRENTINO ARELE CANTINA TOBLINO

DIVINOSIOLA, L’EVENTO CHE CELEBRA IL VINO SANTO TRENTINO DOC DEL GARDA TRENTINO

Dal 31 marzo al 10 aprile, la Valle dei Laghi e Trento ospitano DiVinNosiola: due weekend dedicati al Vino Santo Trentino DOC, il “passito dei passiti”, e al vitigno autoctono Nosiola.

Dal 31 marzo al 10 aprile la Valle dei Laghi e Trento tornano a ospitare DiVinNosiola, l’appuntamento annuale volto a celebrare il Vino Santo Trentino DOC e presidio Slow Food e l’uva autoctona da cui è ottenuto, la Nosiola.

Due weekend interamente dedicati alla valorizzazione del patrimonio culturale, delle tradizioni e dei luoghi in cui nascono queste eccellenze enologiche del Garda Trentino.

Grazie alla collaborazione tra Garda Trentino, il Consorzio Vini del Trentino, l’Ecomuseo della Valle dei Laghi, la Strada del Vino e dei Sapori, il Palazzo Roccabruna di Trento, Casa Caveau e i Vignaioli del Trentino, il programma di questa edizione di DiVinNosiola è ricco e variegato, con appuntamenti sia nella terra natia di questa bevanda, la Valle dei Laghi, che a Trento, nella location di Palazzo Roccabruna.

 

Nella splendida cornice della Valle dei Laghi, prende il via sabato 2 aprile DiVinNosiola, con un viaggio alla scoperta delle tante interpretazioni del vitigno Nosiola: un percorso libero tra le cantine del territorio, che per l’occasione terranno aperte le loro porte e ospiteranno i Vignaioli del Trentino che producono il Vino Santo.

 

Domenica 3 aprile si prosegue con “Assaggi DiVini”, un’esperienza di degustazione nella Casa Caveau di Padergnone (TN), museo enologico e vero percorso esperienziale nato per riqualificare l’antico appassitoio, che offrirà una full immersion nella tradizione di questo passito. Con la guida dell’esperto assaggiatore Francesco Gubert, il Vino Santo Trentino sarà accompagnato ai più pregiati formaggi della regione, anch’essi presidio Slow Food.

 

Il weekend successivo, sabato 9 aprile, è in programma un trekking sui dolci pendii dei Monti di Calavino, attraverso il Sentiero Etnografico della Nosiola; al ritorno si costeggerà la Roggia di Calavino fino a raggiungere i coltivi di Santa Massenza e assistere alla pigiatura delle uve da Vino Santo, presso la cantina di Giovanni Poli.

 

Gli eventi di DiVinNosiola non finiscono qui: tra esperienze di gusto, proposte vacanza e iniziative di varia natura, sono circa venti gli appuntamenti previsti.

 

Scopri i dettagli delle singole iniziative su www.tastetrentino.it/atuttonosiola